Isola di Brac

Brač

Precedentemente chiamato ( Bretia , Brattia , . È un’isola nel mare Adriatico in Croazia, con una superficie di 396 chilometri quadrati che lo rende isola senza pari in Dalmazia , e il terzo senza pari in Adriatico sua vetta più alta , Vidova gora si attesta a 778 m , che lo rende il punto più alto dell’isola nel mare Adriatico . l’isola ha una popolazione di 14,436 , che vivono in numerosi insediamenti , che vanno dal capoluogo Supetar , con più di 3.300 abitanti , a Murvica , dove meno di due dozzine di persone vivono . aeroporto di Bol, sull’isola di Brac ghiaccio aeroporto senza pari di tutte le isole Spalato circostanti.
storia
Reperti archeologici datano l’esistenza delle comunità umane sull’isola di nuovo al Paleolitico ( nella grotta Kopacina tra Supetar e Donji Humac ) . Tuttavia, ci sono tracce di insediamenti umani dal neolitico . Nel Broze età e del ferro , le tribù illiriche popolate le parti interne dell’isola . Numerosi villaggi esisteva in quel momento ( ma nessuno di loro è sopravvissuto ) .
Nel 4 ° secolo aC colonizzazione spread greco di numerose isole adriatiche e lungo la riva , ma nessuno di loro su Brac. Tuttavia , i greci hanno visitato l’isola e costoso negoziati con le tribù illiriche ; manufatti greci sono stati trovati nella baia di Vica Luka dentro Ložišća nella tenuta dei fratelli Rakela – Bugre . Molti degli oggetti che appartengono a questo sito ancora non esaminate sono ora esposti nel Museo Archeologico di Spalato . Brač giaceva sul crocevia delle rotte commerciali Diversi da Solin to View )

Supetar
Nell’anno 9 dC , i Romani conquistarono la Dalmazia finalmente dopo lunghe lotte contro le tribù native . Salona divenne la capitale della nuova provincia e , probabilmente a causa della sua vicinanza a Salona , senza grandi villaggi o città sono state fondate sull’isola. Segni di abitazione romana si possono trovare tutte le isole , ma loro resti SOLITAMENTE ville singole romane, cisterne , e soprattutto i primi cave tra Škrip e Splitska . Splitska caro diventato il più importante porto per portare almeno a Salona e tutta la Dalmazia . Palazzo di Diocleziano , che divenne Split lateralis , è stato in gran parte costruito con pietra calcarea che è stato estratto sull’isola di Brac . Inoltre l’agricoltura , soprattutto vino e olive , Began nella stessa epoca .
Dopo la distruzione di Salona dalle tribù Avar e slava , Brac divenne un rifugio per molti abitanti della riva . La tradizione vuole che Škrip è stata fondata da Salonans profughi , ma la città è in realtà molto più vecchio di quello . Nel 872 , l’isola fu saccheggiata dai predoni saraceni .
Dal AD 1268-1357 l’isola Azimut la supremazia della Repubblica di Venezia , e dopo che hanno inchinarono al Regno d’Ungheria . Nell’estate del 1390 , insieme a tutta la regione , hanno accettato la regola del re bosniaco Tvrtko Kotromanić , che morì l’anno successivo . Poco dopo la sua morte , l’Ungheria Ha affermato nuovamente l’isola . In tutto questo periodo , hanno mantenuto la loro autonomia e le vecchie strutture di base – l’isola non è mai stato ricco o strategicamente interessante abbastanza da giustificare un intervento serio . Nobiltà locale amministrato e governato Brac e la sede del Consiglio è stato Nerežišća nel centro dell’isola . Il leader è stato scelto dalle famiglie nobili . Solo nel 1420 la Repubblica Venetia ha fatto recuperare l’isola , finalmente l’invio di un rappresentante di assumersi regola su di esso .
Venezia ha governato per oltre quattro secoli , fino al 1797 , quando la monarchia asburgica allegata la maggior parte del suo territorio in un accordo con la Francia napoleonica . La lingua ufficiale era il latino . Durante questo tempo , il regno bosniaco è caduto l’Impero ottomano e molti profughi si stabilirono sulle isole , in particolare su Brac. Molte città sono state fondate in quel tempo e la popolazione cominciò a muoversi dall’interno dell’isola alla sua costa : a Bol , Milna , Postira , Povlja , Pučišća , Splitska , Sumartin , Supetar Sutivan .
Durante le guerre napoleoniche , Brač fu conquistata dall’Impero francese per un breve periodo nel 1806 . Nel 1807 , il principe – vescovo Petar I Njegoš del Montenegro è riuscito a cogliere Brač , con l’aiuto della marina russa , tuttavia alreadycreated al Congresso di Vienna del 1815 l’isola è stata restituita all’Impero austriaco. Brac è stato incorporato nella terra corona austriaca della Dalmazia da e diventato una parte della Transleitania della Monarchia dell’Austria -Ungheria dal 1867 . Dopo la caduta di Austria -Ungheria nel 1918 , Brac divenne parte del Regno dei Serbi , Croati e Sloveni , o la Jugoslavia dal 1929 . Nel 1939 un croato Banate autonoma è stata creata che comprendeva l’isola .

Povlja in serata
La popolazione dell’isola drasticamente diminuito agli inizi del 20 ° secolo a causa della forte emigrazione , soprattutto verso l’America Latina , in particolare Argentina e Cile , e in Nuova Zelanda e Australia . L’emigrazione è continuato durante tutto il secolo , solo successivamente generazione preferendo trasferirsi in paesi europei, soprattutto in Germania . Tra gli altri, lo scrittore cileno Antonio Skármeta ghiaccio discendeva da tali immigrati.
Nel 1941 le forze italiane occuparono l’isola . Nella regione montuosa dell’isola , i ribelli indigeni hanno combattuto una guerra di guerriglia molto efficace , ma gli occupanti Risposte duramente con arresti ed esecuzioni . Dopo la capitolazione italiana nel 1943 , le truppe tedesche occuparono l’isola il 12 gennaio e il 13 del 1944 , ma nel luglio Furono sconfitti e l’isola era freed.As Partito della Croazia divenne parte della Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia , fino a quando la Croazia ha ottenuto la sua indipendenza nel 1991 , ricevendo il riconoscimento nel 1992. La guerra croata di indipendenza era appena combattuta sull’isola ( ci fu un breve bombardamento di Milna) , ma all’indomani della guerra , in particolare la perdita di turismo , è stato disastroso per l’isola . Solo ora è l’isola rigenerante dal drenaggio decennale delle sue entrate più importanti .
economia
L’economia di Brac si basa principalmente sul turismo , ma la pesca e l’agricoltura ( soprattutto vino e olive ) sono molto importanti anche, come è la sua preziosa pietra bianca che è stato utilizzato nella costruzione di Palazzo di Diocleziano a Spalato e la Canadia Nazionale Vimy Memorial. Storicamente , Brač era famoso per le capre ; vigilia Plinio commenti che dall’isola di Brattia ( il nome latino dell’isola) viene ottimi formaggi , vino e olio d’oliva .
Amministrazione e insediamenti
L’isola è divisa amministrativamente in una città e sette comuni , tra cui i ventidue insediamenti. Numeri della popolazione sono dati per il censimento 2011 . L’isola è parte di Spalato e Dalmazia , ma non è lì rappresentato come un tutto , solo attraverso la sua città e dei comuni.

 

0 Kommentarer

Lämna en kommentar

Want to join the discussion?
Dela med dig av dina synpunkter!

Lämna ett svar

Din e-postadress kommer inte publiceras. Obligatoriska fält är märkta *

Denna webbplats använder Akismet för att minska skräppost. Lär dig hur din kommentardata bearbetas.